Tuttosport: Juventus, Tevez chi? Dybala, gioiello da 100 milioni con la classe di Del Piero

Dybala

L’undicesima perla del ragazzo prodigio esalta la Juve che l’ha pagato 40 milioni e sa che Paulo ne vale già 100. Un motivo ulteriore per rendere ancora più esaltante la sfida scudetto con il Napoli del fenomenale Higuain

ROMA – “Tevez chi?”. La battuta del tifoso bianconero, intercettato al fischio finale di Juve-Roma, suona ingenerosa nei confronti di Carlitos preso a testate nel derby con il River, ma la dice lunga sullo stato d’animo del popolo juventino. La dodicesima perla in campionato del ventiduenne ragazzo prodigio con un nonno polacco, una nonna italiana, tre passaporti e la Nazionale argentina nel proprio destino, ha conciso con l’undicesima vittoria consecutiva dei campioni d’Italia (diventano 13 se si conteggiano anche i due successi in Coppa Italia). Irriducibile come solo la Juve sa essere quando insegue uno scudetto, la squadra di Allegri si gode lo stato di grazia dell’ex palermitano, pagato 12 milioni da Zamparini, costato 40 milioni ad Agnelli e oggi già consapevole di valerne almeno 100. Si capisce perché la Juve gongoli e perché il Barcellona possa continuare a mandarea Torino osservatori, emissari, dirigenti sino alla fine del torneo, tanto sa già che Dybala sia incedibile, inattaccabile, inaccessibile. La sfida scudetto è più che mai Napoli-Juve, la sfida nella sfida è tutta argentina: fra il fenomenale Higuain (21 gol in 21 partite, sempre più in marcia verso Angelillo) e Dybala che illumina la serie A con la sua classe purissima. Modello Del Piero, per intenderci.